LA NOTTE ASTRO QUEER

Sabato 1 agosto ore 22.00 
LA NOTTE ASTRO QUEER – II edizione

Preparatevi per questa seconda edizione della “Notte AstroQueer”. Il nostro astronomo di fiducia Andrea che ringraziamo, ci accompagnerà in un viaggio di osservazione astronomica e brindisi sotto le stelle con il paesaggio dal Pianoro del Mottolone e l'ampia vista del cielo notturno.  
La serata è composta appunto da tutta la parte di astronomia e il brindisi con il Fiori di arancio dei Colli Euganei.

PIZZA SOCIAL!

Venerdì 31 luglio ore 20.45
PIZZA SOCIAL!
Dove: Alla Pizzeria Pinocchio - a San Pio X, in Via Pietro Mascagni, 81 Rovigo.
Chiudiamo questo luglio e questa stagione con un po' di spensieratezza con la nostra pizzata, per stare insieme, fare due chiacchiere e sostenere l'associazione. Siete tutt* invitat*!
Torna anche questa volta la lotteria con premi che solo i più fortunati potranno avere! 😊 

UN SALUTO PRIMA DELLA PAUSA ESTIVA


Buonasera a tutt*,
questo non sarà il tipo di post che già conoscete come breve promemoria, anzi è piuttosto lungo, ma ci sono delle cose che come presidente sento di dover dire. Se avete pazienza i nostri appuntamenti per salutarci li trovate in fondo al post, i dettagli invece in quelli successivi.

Ritorniamo dopo tutti questi mesi a mandarvi anche le newsletter almeno per salutarci prima della pausa estiva,
 l’emergenza sanitaria in corso ha bloccato molte delle nostre attività già da fine febbraio, abbiamo visto annullare gli incontri de l’Odissea, del gruppo di lettura e le attività del venerdì per tutto il mese di marzo e anche il nostro gruppo Rainbow Refugees è rimasto in stallo fino a giugnoArrivati alla fine di marzo con la grande costanza e caparbietà dei nostri volontari siamo riusciti riprendere virtualmente il nostro appuntamento fisso del venerdì tramite Skype e così anche con il gruppo di lettura la domenica pomeriggio. Politropia ha resistito nonostante l’assenza fisica, ha trovato il modo di avere lo stesso il suo spazio sicuro e anche di sfogo per questa chiusura totale che ha serrato in casa persone che non sempre possono considerare la casa e la famiglia biologica luoghi di conforto. Noi persone LGBT+ sappiamo bene cosa significhi.